Detrazioni fiscali, conto termico e risparmio sui costi di riscaldamento: acquistare una stufa a pellet conviene!

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Grazie alla possibilità di accedere alle detrazioni fiscali del 50% oppure al Conto Termico, l’acquisto di un caminetto o di stufa a pellet risulta oggi particolarmente vantaggioso!
L’alta efficienza dei prodotti Palazzetti ti consente inoltre di ottenere un consistente risparmio sui costi di riscaldamento.
A conti fatti, il costo di una stufa a pellet e relativa installazione viene completamente ammortizzato a partire da circa 4 anni (nel caso di installazioni standard). Da quel momento in poi la tua nuova stufa non smetterà di farti risparmiare: oltre a garantirti sempre il massimo comfort per quanto riguarda il riscaldamento della tua abitazione diventerà anche, in pratica, una vera e propria fonte di guadagno!

Come fare per usufruire delle detrazioni fiscali o del Conto Termico?
Ti ripropongo, di seguito, un piccolo vademecum che ti sarà utile per capire quale opzione scegliere in base alle tue esigenze.
Ti ricordo che le detrazioni e il conto termico NON sono cumulabili e che l’installazione di prodotti a biomassa deve essere sempre effettuata da un tecnico qualificato, il quale è tenuto per legge a rilasciare regolare certificato di conformità (DM 37/08). In assenza di tale certificato, non è possibile usufruire di alcuna detrazione o incentivo!

Il Conto Termico (dlgs 28.12.2012)
• E’ in vigore dal 03.01.2013 e finanzia la sostituzione di vecchi generatori di calore (a biomassa, a gasolio, a carbone o ad olio combustibile) con nuovi apparecchi a biomassa quali stufe, caldaie, caminetti a legna o pellet;
• Il Conto Termico finanzia anche l’installazione di pannelli solari;
• Non è legato al reddito IRPEF: si tratta infatti di un vero e proprio incentivo che viene erogato in soli due anni;
• L’incentivo copre fino al 65% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione del nuovo apparecchio;
• Il pagamento delle fatture deve essere fatto obbligatoriamente con bonifico bancario, e la causale deve seguire regole ben precise.

La detrazione fiscale del 50% (dpr 917/86, art. 16-bis)
• E’ possibile detrarre il 50% (Attenzione: fino al 31.12.2015) del costo sostenuto per l’installazione di apparecchi a biomassa, quali stufe, caldaie, caminetti a legna o pellet;
• L’importo viene restituito in 10 rate annuali;
• La detrazione è possibile anche in assenza di opere murarie propriamente dette, e fino al 31.12.2015 è possibile detrarre anche il 50% (fino ad un massimo di 10.000 euro) delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile in cui viene installato l’apparecchio;
• E’ necessario avere un reddito IRPEF per poter usufruire della detrazione fiscale;
• La detrazione spetta non solo al proprietario, ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sull’immobile oggetto dell’intervento (ad esempio locatari, usufruttuari, conviventi);
• E’ obbligatorio effettuare tutti i pagamenti tramite bonifico bancario utilizzando l’apposito modulo per le detrazioni fiscali, disponibile presso tutti gli istituti bancari;
• Non è più obbligatorio l’invio di alcuna comunicazione di inizio lavori al Centro operativo di Pescara.

I nostri venditori saranno lieti di darti maggiori spiegazioni e aiutarti nella scelta della soluzione giusta per te[/vc_column_text][ess_grid alias=”soluzioni_palazzetti”][vc_custom_heading text=”Richiedi un appuntamento per un preventivo gratuito” font_container=”tag:h2|text_align:left|color:%23dd9933″ google_fonts=”font_family:PT%20Sans%3Aregular%2Citalic%2C700%2C700italic|font_style:400%20regular%3A400%3Anormal”]

inserisci una email valida
[/vc_column][/vc_row]